Cina sulla luna per la terza volta: la sonda comincia l’esplorazione del monte Rumer

Cina sulla luna per la terza volta: la sonda comincia l’esplorazione del monte Rumer

153


spazio

Ieri alle 14:15 italiane il suo mezzo Chang’e 5 è perfettamente allunato nella zona prevista. Riporterà sulla Terra 2 kg di materiale

di Leopoldo Benacchio

Il momento dell’allunaggio del satellite cinese Chang’e 5

Ieri alle 14:15 italiane il suo mezzo Chang’e 5 è perfettamente allunato nella zona prevista. Riporterà sulla Terra 2 kg di materiale

2′ di lettura

La Cina è ormai di casa sulla Luna, ieri alle 14:15 italiane il suo mezzo Chang’e 5 è perfettamente allunato nella zona prevista, vicino al monte Rumer, un complesso vulcanico importante vicino all’Oceanus Procellarum, l’oceano delle tempeste ovviamente nome di fantasia dato che la nostra Luna non ha atmosfera.

Un mezzo impegnativo, questo cinese: 8,2 tonnellate al lancio, il 23 novembre, è entrato in orbita lunare durante il fine settimana, il modulo di servizio è rimasto in orbita attorno al nostro satellite mentre il lander e il piccolo modulo di ascesa è arrivato a destinazione al suolo.

Loading…

Esaminare il terreno

Nei prossimi 14 giorni terrestri dovrà guardarsi un po’ in giro per esaminare il terreno, che pare essere uno dei più recenti formatisi sulla Luna solo 1,2 miliardi di anni fa. Lo farà con un paio di strumenti di analisi, come uno spettrometro e una camera, e poi con trapano e paletta prenderà dei campioni di roccia e polvere, di cui la Luna è ricoperta, che verranno riportati qui sul pianeta. Una volta raccolti, infatti, verranno messi nel modulo di ascensione che si staccherà e raggiungerà il mezzo rimasto in orbita che lo riporterà dalle parti del nostro pianeta.

Il prezioso carico, si spera 2 chilogrammi di materiale, sarà poi spedito, quasi sparato, verso la Terra dove arriverà in Mongolia, a metà dicembre. Erano 44 anni che un’impresa come questa non veniva intrapresa, l’ultimo mezzo spaziale che riportò solo 170 grammi di materiale fu Luna 24, della allora Unione Sovietica. Comunque nulla in confronto delle centinaia di chili di materiale riportati dalle missioni precedenti, soprattutto con astronauti.

Il modulo di allunaggio si stacca dal satellite madre in orbita attorno alla luna

Un ottimo risultato questo cinese, che spiace non si sia potuto seguire in diretta, per le politiche di comunicazione cinesi, comunque è stato distribuito un breve filmato che testimonia l’avvenuto allunaggio.



Source link at www.ilsole24ore.com




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.