È morto Mick Rock. Da David Bowie a Freddie Mercury e Syd Barrett, addio al più grande fotografo rock di tutti i tempi

45


Si è spento all’età di 72 anni il leggendario Mick Rock, il grande fotografo musicale in grado di raccontare il rock degli gli anni ’70 come nessuno mai.

La notizia è stata confermata tramite i suoi profili social ufficiali:

È con il cuore distrutto che comunichiamo che il nostro amato psichedelico Mick Rock ha compiuto il viaggio junghiano verso l’altra parte. Coloro che hanno avuto il piacere di esistere nella sua orbita, sanno che Mick è sempre stato molto di più di “The Man Who Shot The 70s”. Era un poeta della fotografia, una vera forza della natura che trascorreva le sue giornate facendo esattamente ciò che amava, sempre nel suo modo deliziosamente oltraggioso.

Le stelle sembravano allinearsi senza sforzo per Mick quando era dietro l’obiettivo. Nutrirsi del carisma unico dei suoi soggetti lo elettrizzava e lo energizzava. Il suo intento sempre intenso. La sua concentrazione sempre totale. Un uomo affascinato dall’immagine, ha assorbito tutto ciò che ha visto attraverso il suo obiettivo e si è immerso nella loro arte, creando così alcune delle più magnifiche fotografie che la musica rock abbia mai visto. Conoscere Mick era amarlo. Era una creatura mitica; cose del genere non le proveremo mai più.

Non piangiamo la perdita, ma celebriamo invece la vita favolosa e la straordinaria carriera di Michael David Rock. Mentre lo fate a modo vostro, dobbiamo chiedervi che la privacy dei suoi cari sia rispettata in questo momento. Pertanto, non ci saranno ulteriori commenti.

David Bowie, Iggy Pop, Lou Reed, i Queen, Syd Barrett, i Ramones, i Sex Pistols, i Motley Crue, i T. Rex, Blondie e Thin Lizzy sono solo alcuni dei leggendari protagonisti del rock che sono stati immortalati dall’obiettivo del grande Mick Rock (colui che il rock ce l’aveva davvero nel destino).

Le immagini di Bowie del fotografo sono probabilmente le più celebri della sua collezione. Scattate durante l’era Ziggy Stardust, le sue fotografie si collocano tra gli scatti più iconici e simbolici nella storia della musica rock. La sua relazione con Bowie si è estesa anche ad altri universi oltre la fotografia: Mick Rock ha infatti diretto anche i video musicali di “John, I’m Only Dancing”, “Jean Genie”, “Space Oddity” e “Life on Mars”.

Il grande artista iniziò ad appassionarsi al mondo della fotografia iniziando a fotografare alcune band quando frequentava l’Università di Cambridge. Quello che era iniziato come un hobby si è presto trasformato nella passione più grande della sua vita.

Il suo lavoro ha reso indimenticabili alcune delle copertine più simboliche di tutti gli anni ’70, da Queen II a Transformer e Coney Island Baby di Lou Reed, da I Love Rock ‘n’ Roll di Joan Jett a Raw Power degli Stooges. Mick Rock è stato il responsabile della fotografia di uno dei più indimenticabili capolavori del cinema rock: The Rocky Horror Picture Show.





Source link at www.virginradio.it




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *